Andrea Tagliapietra - Arte Contemporanea & Dadaismo 100 anni dopo

 

Intervista LN Arte Contemporanea

La mostra artistica "100 ANNI DI DADA" curata da Armand de Bussy in corso a Venezia fino al 13 di Febbraio 2016, presso il Palazzo Pisani Nicolaj, costituisce uno degli eventi più innovativi nel panorama culturale del momento.
La mostra ospita 16 artisti di tutto il mondo.
Come pagina abbiamo cercato di conoscere da vicino e di tracciare il profilo artistico dei 16 partecipanti. 
Cominciamo dal pittore veneziano Andrea Tagliapietra. 
In un intervista diretta, ecco cosa ci ha raccontato della sua presentazione.

Arte Contemporanea:

"In che cosa consiste il tuo lavoro cosa rappresentano i tuoi quadri"

Andrea:
"Il mio lavoro si sviluppa nell’indagare ciò che l’essere umano porta dentro. Percepire e mettere in evidenza il disagio spesso nascosto dietro la formale apparenza; nel caso di questa mostra, lo spettro dell’esteriorità, l’inappartenenza all’involucro-corpo, o ad una vita che ha una taglia diversa, troppo grande o troppo piccola, in cui non ci si sente a proprio agio.
Il rapporto che può esistere con lo spettatore consiste nel metterlo davanti ad uno specchio in cui può ritrovare una parte di sé, delle analogie debitamente celate. Osservare per osservarsi
INSIDE
Il gioco che nelle sue varie alterazioni persiste, pone quei limiti valicabili oltre i quali è concesso perdersi e deviare, gli stessi limiti valicati si fanno rivelazione, mostrano l’insidia di qualcosa che si nasconde con cura. Dentro il gioco si scopre qualcosa, un baratro tanto profondo quanto lo spessore dell’ossessione negata.

Arte Contemporanea

Che tipo di ossessione? Le ossessioni non sono limiti che vincolano di piu ? E le statue che erano tue vero?

Andrea Tagliapietra

Quelli che ho inviato sono dei concept lasciati volutamente vaghi perché, solitamente, tendo a non spiegare il mio lavoro. Credo che esso comunichi a modo suo. Le “statue” sono , in realtà il prolungamento della mia pittura, non seguono il parametro del togliere ma semmai quello di aggiungere, di amalgamare la materia come se stessi dipingendo. L’unica eccezione è che in questo caso lavoro volutamente con materiali nocivi e inquinanti, quali il catrame, per rendere l’opera più aggressiva.

Per quanto riguarda il video proiettato “Inside”, dove sono co-autore insieme a Mariarosa Vio, il topos qui è l’ossessione, indipendentemente da che cosa sia provocata, non si tratta di quale tipo ma, eventualmente, di cosa essa provochi nell’individuo che la partorisce o come viene gestita.

Chi è Andrea Tagliapietra? Due righe sulla tua vita.

Andrea Tagliapietra nasce a Venezia nel 1976.Formatosi presso la Scuola Internazionale di Grafica sotto la guida del maestro Silvestro Lodi, ha realizzato mostre collettive e personali e si è distinto in alcuni importanti concorsi nazionali qualificandosi tra i primi posti.Vive e lavora a Burano (VE).

Grazie Andrea!